cartomanzia-grande

La parola cartomanzia deriva da carte e manteia , divinazione. La pratica divinatoria prevede la consultazione di energie o fonti sovrannaturali per avere risposte alle proprie domande e , in generale, informazioni. Per cui con il termine cartomanzia si intende la capacità di ottenere informazioni attraverso la lettura, la consultazione, delle carte. Le carte consultate e questo scopo possono essere di diversi tipi: tarocchi, Sibille o anche carte normali.

Attraverso la consultazione di queste carte alcune persone possono riuscire ad interpretare passato, presente e futuro.

La cartomanzia è quindi uno strumento per aiutarci a capire ed interpretare i segni del presente; non ha il potere di modificare il destino, ma attraverso il profondo legame, la sintonia che si va a legare con chi effettua le consultazione, si può riuscire a sentire e ad interpretare le voci interiori.

Basata sull’alchimia questa pratica, mette in relazione la realtà fisica del mondo reale con l’universo metafisico, ponendo l’attenzione verso se stessi e ciò che si ha dentro.

Attraverso una giusta interpretazione dei simboli in correlazione tra loro e rispetto a quelle che sono le emozioni più profonde il cartomante sarà in grado di indicare la via consigliata per raggiungere la meta che la persona si prefigge.

Sempre nel rispetto del libero arbitrio, questa arte introspettiva aiuta a definire il modo migliore per agire attraverso se stessi , rendendosi responsabili delle proprie azioni. Attraverso l’interpretazione delle allegorie e dei simboli contenuti nel quadro d’insieme delle carte estratte, possono essere determinate in modo pressochè preciso , quelle che saranno le conseguenze a determinate azioni e scelte, nonchè avere delle indicazioni su ciò che il destino ha in serbo, indipendentemente dalle intenzioni dell’interessato.

Ecco quindi che questa pratica può assumere un aspetto sia intuitivo che sacrale, nonchè andare a rivelare particolari emozioni ed aspetti interiori.

In particolare la cartomanzia va ad assumere un significato preciso e ben diverso da quello che comunemente si è portati a credere: la consultazione delle carte sarà volta ad aiutare a rivelare quelle che sono le paure , le preoccupazioni e i dubbi che affliggono colui che si rivolge al cartomante, più che a predirne il futuro. La simbologia dei tarocchi sarebbe strettamente collegata alla rappresentazione delle incertezze e dei dubbi . Un bravo consulente saprà interpretare i tarocchi svelando le risposte che celano, e andare a relazionare queste interpretazioni alla realtà. É fondamentale quindi che il cartomante sia esperto e che abbia uno studio approfondito alle spalle ed una perfetta conoscenza di questa arte divinatoria e anche dell’animo umano, così da poter aiutare efficacemente chi chiederà il suo supporto.